Siamo appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Siamo uno specchio capovolto della realtà, fuori c’è il patriarcato qui una "società gilanica", fuori c’è il petrolio qui siamo pro E-Cat: per previsioni sull’esterno invertite (quasi) sempre i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

BACHECA DEL BLOG

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

mercoledì 7 dicembre 2016

Reazioni nucleari anomale: la faccenda si fa... tiepida!

Post di Daniele Passerini

Il caro amico Francesco Celani ha osservato, in una breve riflessione inviata oggi alla sua mailing list, che la "grande stampa" scientifica anglosassone sembra stia facendo a gara nel pubblicare articoli "pesanti" o recensioni molto "probabiliste" sull'esistenza di fenomeni nucleari non ancora noti.

Il 23 novembre scorso Nature ha pubblicato un articolo di Mikio Fukuhara riguardo una produzione di calore al centro della Terra in quantità superiore a quella che la fisica consolidata prevede:


Oggi Scientific American, dopo 2 settimane dal predente articolo che si occupava principalmente di anomalie termiche, ne ha pubblicato un altro, Steven B. Krivit e Michael J. Ravnitzky, centrato su aspetti nucleari (in particolare neutroni): 


Conclude Celani "di nuovo, a mio parere, unica nota stonata su Scientific American, è quella in cui si dà l'impressione che la maggior parte dei lavori siano stati svolti in USA: Giappone, Cina, Russia, India, Italia praticamente non esistono..."!

Non sarà - aggiungo io - che, tra fusione fredda e LENR a un estremo e fusione calda all'altro, comincia a delinearsi anche una via mediana alla "fusione tiepida"? ;-)

LINK:

34 : commenti:

Alessandro Pagnini ha detto...

E sul sito dell'ANSA, giusto per parlare di improvvise aperture del mainstrem all'impossibile:
EM Drive

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro
EmDrive: da "è impossibile che funzioni" a "ehm... ok forse funziona, ma... ehm... insisto che è impossibile!"
Finirà che la chiameremo EhmDrive! :))))

triziocaioedeuterio ha detto...

E cat +Emdrive= enterprise;-D

Vincenzo Bonomo ha detto...

Caro Daniele spero che sia l'inizio della "riabilitazione" (da parte di un certo mondo accademico) delle reazioni piezonucleari e degli scienziati che le sostengono (Cardone, Carpinteri ecc.) anche perché è nota la sudditanza dei nostri "baroni" alle opinioni scientifiche che provengono dall'altra parte dell'oceano.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele

Giusto: Ehm...Drive! :-D
Dovremmo proporre alla NASA la nuova sigla ;-)

A quello che ho letto siamo a poco più di 1 mN a Kilowatt, insomma dal punto di vista applicativo siamo ancora ben lontani, ma dal punto di vista della ricerca e della teoria, sarebbe una rivoluzione!

Daniele Passerini ha detto...

@alessandro
...siamo a poco più di 1 mN a Kilowatt, insomma dal punto di vista applicativo siamo ancora ben lontani, ma dal punto di vista della ricerca e della teoria, sarebbe una rivoluzione!
Non ricordo più dove, ma avevo letto che si tratta, per esempio, di una spunta maggiore di quelle delle vele solari, di cui si parla da molti anni circa un possibile sfruttamento per l'esplorazione con sonde automatiche del sistema solare.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele

Probabilmente per certe rotte è possibile sommare gli effetti. Non so come se la cavino le vele solari per le andature di bolina ;-), ma finchè hanno il vento solare in poppa possono raccogliere quella spinta e, probabilmente, fungere anche, almeno parzialmente, da pannelli fotovoltaici per alimentare lo EM Drive. Comunque lo E-CAT ci andrebbe al bacio! ;-)
Le vele solari hanno un limite di spinta legato alle loro dimensioni, presumo, mentre lo EM Drive è legato alla potenza del generatore a radiofrequenza: più kW, più accelerazione.

MISTERO ha detto...

Ok, ok, grazie delle segnalazioni via WApp.

Ridicoli e dir poco, preferisco sempre offenderli con la parola IDIOTI perché per me non è una offesa, se a una capra dici capra, è una capra perché dovrebbe offendersi?
Ebete è troppo un complimento e non mi piace.
Chiarito il punto ossessivo; capisco che a quegli IDIOTI manco molto e sentono la mia mancanza. Io non sento la loro, anzi al contrario ritengo che sia gentaglia molto pericolosa ed è meglio stare alla larga.
Comunque Robikappa è un fico, ha tirato delle sportellate che si ricorderanno per un bel po di tempo..

Vista l'occasione, tirato per i capelli, un paio o forse tre aggiornamenti:

1) Quantum, le scatolette della biofreeenergy:
Recentemente si è svolto un convegno sull'omeopatia a Genova organizzato dall'Ordine dei Medici di Genova (comprensivo di corso formativo e 4,8 crediti formativi), qualche giorno prima dell'evento sono stati pubblicati due art. sul Secolo XIX.
Questo il primo http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2016/11/29/ASZ39TLF-scienziati_omeopatia_guerra.shtml
Questo il secondo
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2016/11/30/ASInZBMF-genovesi_toscana_omeopatia.shtml

Alla fine del secondo art. troviamo un intervento del prof. Cevasco:
Cevasco attacca inoltre uno dei relatori del corso: «Quanto ai cosiddetti relatori del corso/convegno (ma è una cosa o l’altra?) ne spicca uno che si qualifica Ricercatore (indipendente....?) di una ben nota disciplina scientifica ossia “Fisica dell’Acqua e sugli Studi di Elettrodinamica Coerente e di Teoria Quantistica dei Campi”..... e che potete vedere in questo sito (molto istruttivo) http://www.freebioenergy.it/ di cui è il responsabile tecnico scientifico... aprite la sezione “Chi siamo” e lo trovate! Se poi andate alla pagina http://www.freebioenergy.it/la-nostra-offerta/ vedrete che questo gioiello tecnologico (il Quantum che non consuma energia ma fa miracoli, prosciuga i muri dall’umidità e trasforma il calcare dell’acqua senza entrarvi a contatto) è così descritto: “Freebioenergy produce e vende Quantum, un gioiello tecnologico multifunzionale per il trattamento dell’acqua che utilizza esclusivamente energie naturali. Il principio di funzionamento è basato sulla fisica quantistica. Il punto focale dell’azione di Quantum è la rivitalizzazione bioenergetica dell’acqua, che permette di ottenere importanti benefici sia a livello impiantistico che per il benessere delle persone e dell’ambiente. Quantum è il risultato di numerose esperienze sul campo e collaborazioni attive con alcune Università italiane e con il CNR-ISPA”. Peccato che io abbia appena chiamato il CNR-ISPA (purtroppo il Direttore è all’estero) e una ricercatrice che si occupa proprio di acque è caduta dalle nuvole.... Ovviamente le Università non sono citate...».

Continua..

MISTERO ha detto...

Continua..
Il prof. Cevasco, chiaramente imbeccato da Ocasapiens (link a richiesta) commette un grosso errore, non legge bene i vari post diffamatori dell'Oca e non si accorge che la collaborazione tra Biofreenergy e CNR-ISPA non è una balla e non si accorge che in rete con una semplice ricerca si trova pure una pubblicazione in merito a questa collaborazione:
http://www.cnr.it/commesse/CommessaProdRic.html?id_comm=1343&id=289284

Anche su Pubmed:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26080485

Non solo, con una ricerca leggermente più approfondita si trova il paper integrale:
http://www.cnr.it/commesse/Allegato_111911.pdf?LO=01000000d9c8b7a6090000000d000000881c000026ab9c53000000000100000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000&type=application/pdf

Arriverà mai una smentita?
Ho scritto al prof. ma...Nisba!!
Questo prof. qui:
https://www.youtube.com/watch?v=4NvoC1EJK1c

Dal minuto 01:50 l'esimio prof., "i prodotti più pericolosi sono quelli naturali...E' una BUFALA dire che ciò che è naturale è buono e ciò che è chimico non lo è...Sono contrario al biologico, semplicemente perché nel biologico, che vuol dire coltivare senza trattamenti con gli agrofarmaci, che mi garantiscono dal nemico più subdolo che sono le tossine di origine naturale, cioè frutta o verdura lasciata libera senza trattamenti, può ospitare muffe che sono invisibili all'occhio, che di per se sono innocue, ma il loro metabolismo produce tossine che sono invece cancerogene tossiche e chi più ne ha...quindi dovendo scegliere tra una mela biologica e una mela che va trattata (agrofarmaci) come si deve, io preferisco, per la mia sicurezza quella trattata..la mela biologica può avere il botulino come la tetrodotossina del pesce palla che i giapponesi sono ghiotti..."

Eh??
Si questo prof. si occupa di divulgazione scientifica.

MISTERO ha detto...

Mi sono già stancato, gli altri aggiornamenti un'altra volta..

Carlo Ravedoni ha detto...

Buongiorno a tutti. Ogni tanto ritorno. Segnalo che recentemente un certo Nassim Haramein è venuto in Italia per spiegare la sua teoria unificata dell'universo. Lui afferma che il vuoto contiene una enorme quantità di energia.
In un suo congresso, cita questa macchina che utilizza il vuoto per avanzare. Afferma che ne sta costruendo una anche lui.

gio ha detto...

https://beta.companieshouse.gov.uk/company/09553031/filing-history

intanto 8 dicembre nuove resolutions...

Alessandro Pagnini ha detto...

Sembra che da Rossi ci sia un altro tecnico 'militare' a far misure. Uff...misure, test, validazioni,....ma un po' di E-CAT sugli scaffali (va bene anche quello industriale per cominciare), no eh?
Comunque c'è anche BLP che quanto ad annunci e presentazioni va alla grande. Però, sotto i denti per adesso non si mette niente. Che frustrazione!

@ Tutti
Una domanda per chi ne sapesse qualcosa, probabilmente Andrea dovrebbe: Ma come sta adesso l'uso del fotovoltaico?
Mi sembra che un po' di tempo fa fosse possibile far 'camminare indietro il contatore' (forse solo da un punto di vista economico?), reimmettendo in rete i kWh prodotti in eccesso durante le ore di pieno sole, come in una sorta di accumulo che, anziché con batterie locali, veniva operato sotto forma di energia a credito da utilizzare dalla rete, quando i pannelli non erano in grado di soddisfare i bisogni domestici.
Prima domandona: E' mai stato così e se sì in quale misura veniva riconosciuta l'energia reimmessa in rete? Alla pari o con un abbattimento?
Seconda domanda: Ora come stanno le cose, c'è sempre questa possibilità (che renderebbe superflue le batterie, quindi dal momento che le vendono, immagino di no)?

In attesa della fusione, che sia fredda, calda, o tiepida. :-)

gio ha detto...

https://www.washingtonpost.com/opinions/donald-trump-is-actually-a-fascist/2016/12/09/e193a2b6-bd77-11e6-94ac-3d324840106c_story.html?hpid=hp_no-name_opinion-card-d%3Ahomepage%2Fstory&utm_term=.f566deeb3302

triziocaioedeuterio ha detto...

Ma finitela di rosicare ed abbiate rispetto per un popolo,quello americano,che ha eletto democraticamente il proprio presidente.
Ancora nn avete capito (mi riferisco a chi gestisce l'informazione) che la gente nn crede più alle panzane che si scrivono sui giornaloni al servizio del potere....

gio ha detto...

http://www.corriere.it/esteri/16_dicembre_10/usa-c-nome-nuovo-segretario-stato-trump-nominera-rex-tillerson-ceo-exxon-mobil-9f696588-bf07-11e6-b7f0-2f6636f68ecb.shtml

Giovanni La Fiura ha detto...

@Alessandro Pagnini

Fotovoltaico: la possibilità di effettuare lo 'scambio sul posto' tra l'energia prodotta e immessa in rete e l'energia consumata a impianto spento, o in eccedenza rispetto alla produzione dell'impianto, c'è ancora. Tramite meccanismi vari il valore dell'energia immessa viene abbattuto di un 30% circa; per recuperare l'intera bolletta conviene sovradimensionare l'impianto rispetto alle proprie necessità più o meno della stessa percentuale. In tal modo si dovrebbe (se il legislatore non ci ripensa..) recuperare l'intera bolletta. Chiarimenti a questo link (il primo che ho trovato con info valide)
http://www.fotovoltaico-scambio-sul-posto.it
ps dal 2008 sono titolare di un impianto fv e ho sempre recuperato la bolletta a prescindere dagli incentivi...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Giovanni

Grazie, io abito in un terratetto con uno spiovente orientato a Sud, più o meno e non avrei problemi di spazio a installare anche 10 o 12 mq di pannelli. Casomai problemi di costi. Comunque le tue info mi sono utili :-)

camillo ha detto...

@Mistero, sai qualcosa su questa macchina, pensavo ad una bufala, magari ne avete parlato già.
S.G.W.N. GENERATOR
https://www.youtube.com/watch?v=3eNLUDdAS3s
https://www.youtube.com/watch?v=4qj3B2c_4iU

gio ha detto...

http://www.repubblica.it/economia/2016/12/12/news/gates_un_miliardo_energia_verde-153933536/?ref=HRLV-4

camillo ha detto...

@Daniele forse vale la pena di approfondire questa roba, magari ne fai un articolo e ci lavoriamo sopra.
Bufala o soluzione di tutto?

CENTRALE S.G.W.N. (gravito_giroscopica)
A loro dire la macchina si basa su due principi: gravità e giroscopio.
Non vengono fornite altre delucidazioni, in compenso si mostra un tubo conico piuttosto grande che racchiude la macchina. Si asserisce che essa contiene un insieme di dischi giroscopici a cascata.
Azionando il primo (credo posto in alto) i successivi dischi sottostanti si mettono in modo... si afferma che addirittura accelerano?!
Per quanto incredibile possa sembrare, alcune fonti piuttosto attendibili dicono che è tutto vero.

Ma veniamo alle caratteristiche:
La macchina gravito_giroscopica viene avviata da un motore da 2kW di potenza, sono sufficienti un paio di minuti e l'apparato entra in rotazione a regime.
A questo punto si stacca l'alimentazione! Incredibilmente la macchina non solo continua a ruotare ma è addirittura in grado di mantenere in rotazione un alternatore trifase posto in fondo alla macchina.
Si asserisce che la macchina produce 300 KW di potenza, erogabile continuativamente 24 ore su 24.
Il costo stimato della macchina si asserisce essere di 100.000 Eu, e che essa, ai prezzi attuali dell'energia elettrica produrrebbe in un solo mese l'equivalente del suo costo.

La manutenzione annuale prevista creerebbe un'interruzione di soli 15 giorni per sostituire i cuscinetti a sfera.
La macchina non emetterebbe radiazioni.
Sarebbe collocabile sotto terra (fanno vedere addirittura delle centrali in costruzione) con inquinamento visivo nullo.
Insomma avremmo una trottola in grado di salvare l'umanità.
Si asserisce che sta funzionando da mesi, con lo sconcerto totale dei visitatori ingegneri e scienziati.

A seguito di controlli di verifica ho trovato che compaiono tre nomi non mi è chiaro a chi si debba principalmente questa ipotetica scoperta.
Ing. Mahmoud Yagub
Dr. Tarek Ramadan Ibraim Ali Hashem
Ing. Marcello Patti

Recentemente due di questi nomi compaiono come amministratori di una società creata a novembre 2016 che sembra preposta alla vendita in Europa.
Si tratta della : Graviton H&P Ltd (20-22 Wenlock Road, London, N1 7GU) Last updated 12 Nov 2016
https://www.endole.co.uk/company/10469672/graviton-h-p-ltd

Dr. Tarek Ramadan Ibraim Ali Hashem (amministratore) Nato in Egitto nel febbraio del 1980 (36 anni)
Ing. Marcello Patti (amministratore)nato in Italia nel novembre 1960 (56 anni)

In questo video troviamo Marcello Patti (credo sia di Ancona) che fa la storia della scoperta ad un congresso. Marcello parla del mistero della gravità, in effetti tutti i campi e le forze a distanza in genere, sappiamo descriverle, prevederne il comportamento, usiamo matematiche elevate parliamo di curvatura dello spazio, ma... a ben guardare il Fisico sa che l'essenza ci sta sfuggendo.
https://www.youtube.com/watch?v=fiJslHv2GKA

Qui trovate la versione italiana del filmato esplicativo con i dati.
https://www.youtube.com/watch?v=3eNLUDdAS3s

Silvio Caggia ha detto...

@Camillo
Nel video si dice che può essere costruito delle dimensioni di un estintore... Se è così perché farlo alto 6 metri? Molto meglio un prodotto consumer che produca quanto serve ad un singolo elettrodomestico in casa che opere faraoniche che richiedano l'intervento di Finmeccanica ed Impregilo per essere realizzate!
Se c'è un brevetto nulla impedisce a GSVIT di realizzarne uno grande come un thermos che produca anche solo pochi Watt dimostrativi.
Questa mania di grandezza sa tanto di prendereingiroscopio...

Paul ha detto...

In Brasile avevano costruito una immensa macchina piena di leve e contrappesi, che avrebbe dovuto sfruttare la gravità per generare elettricità. Mai più sentita...
Questi inventori di moto perpetuo ecc. devono essere tutti parenti fi Keshe...:-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Ahinoi, circondati solo da genii amanti del vil denaro!!!
Mai che ne capiti nemmeno mezzo che semplicemente metta a disposizione dell'umanità le sue scoperte al modestissimo prezzo di fama imperitura, magari un Nobel (e magari ritirato, non come certi cantautori snob) soldi non a palate ma ragionevolissimi in conferenze, pubblicità, libri, ecc...
Tutti ci voglion metter su la fabbrichetta!
Oddio Keshe PARE che abbia consegnato i suoi segreti su chiavette a vari governi mondiali, ma pare anche che i suoi apparecchi siano inutilizzabili e, almeno in mano a gente normale (niente attivatori ;-) ), non producano alcunché di buono. Credo che, tenuto conto di quanto sopra, sulle sue chiavette ormai ci siano stabilmente stoccati mp3 di musica varia e forse anche qualche gustoso pornazzo ;-D
Ma un cireneo capace di dare dimostrazione della propria apparecchiatura, a fronte di misure qualificate, che intenda svelare il proprio segreto, non capita mai?
Almeno Rossi, un paio di dimostrazioncine (anche se contestate), si è preso la briga di farle e comunque segue un suo discutibile, ma chiarissimo progetto industriale nel quale non vuole assolutamente far girare per il mondo i suoi apparecchi, prima di essere pronto a invadere il mercato con prodotti dal prezzo imbattibile. BLP, sta reclamizzando un generatore miracolistico come o più di quelli di Rossi. Anche loro di mese in mese SEMBRANO pronti a spiccare il volo e planare sul mercato, ma per adesso o ci sono difficoltà tecniche, o economiche, o di proprietà intellettuale o combinazioni varie di queste, sta di fatto che per fortuna ancora c'è il carbone! Triste doverlo dire, ma tutti questi scopritori di macchine a moto perpetuo, a leveraggi, a giroscopi o anche con annessi magneti permanenti, che paiono anche in grado di azionare generatori, appaiono e scompaiono con una facilità impressionante. Diciamo che ad un primo impatto, quando sento storie simili, di pancia mi suona l'allarme anti bufala, poi razionalizzo e cerco di esser scettico anche nei confronti dell'allarme, che qualche volta sbaglia pure lui. Mai dire mai, quindi, però ......

bertoldo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=ae8lqef1Q3g

camillo ha detto...

@tutti ricordo che "ambasciator non porta pena", stiamo semplicemente attenti anche a questo.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo
"ambasciator non porta pena"

Ovviamente! :-)

Bertoldo ci ha appena linkato il video della macchina brasiliana menzionata da Paul. Anche da lì tutto tace.

In compenso vi segnalo che a quanto pare i cinesi stanno per condurre un esperimento dello EM Drive proprio nello spazio. Siccome quanto pare si sa come dovrebbe essere realizzato, anche se la teoria è ancora in discussione e se i più si rifiutano di credere che funzioni, lo si riesce a replicare e testare. Chi si tiene gelosamente i segreti, magari con la speranza di lucrarci sopra smodatamente, rischia di essere preso per bugiardo, anche se magari non lo è. Sono scelte di vita.

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Gli inventori di macchine a "moto perpetuo" non sono una novità... ci sono tante vie lastricate con le loro "buone" intenzioni/intuizioni! ;)
Peccato però che il principio di conservazione dell'energia pare molto più testardo è irriducibile di loro! :D
No, francamente non riesco ad appassionarmici.
Siamo molto molto lontani dall'EmDrive che sta sviluppando la NASA (e non ci sta provando solo la NASA, vero Emidio!?) e delle LENR approdate su Nature e Scientific American, non vi pare?

camillo ha detto...

@tutti in verità il discorso del moto perpetuo è fuorviante.
Se alle spalle non ci fosse un... "lumicino" piccolo piccolo di possibilità teorica di funzionamento, non ci avrei dedicato più di tanto attenzione.
la questione dello studio dei moti giroscopici è... molto intrigante (al momento di studiarla è stata una rottura di scatole).
Provo a dirvi in cosa consisterebbe (condizionale) la possibilità di funzionamento. immaginate una trottola con l'asse di rotazione verticale (direzione uguale al raggio della terra in quel punto), il piano di rotazione sarà orizzontatale. Se la trottola (giroscopio) ruota in modo elevato si OPPORRÀ violentemente a qualsiasi forza che cerchi di cambiare direzione all'asse di rotazione. Se uno cerca di spingere verso il basso la trottola si opporrà generato un moto laterale di precessione.
Per far vedere l'intensità di tale fenomeno in certi esperimenti del primo anno di fisica si fa vedere come un secco impulso di forza laterale faccia addirittura tranciare di netto il perno rotativo d'acciaio!
La trottola quindi è in grado di generare un'enorme forza laterale in risposta al tentativo di modificare l'asse di rotazione. Il fenomeno è tanto più grande quanto intensa è la velocità di rotazione e quanto più grande è la massa del volano.
Ora immaginate la trottola con l'asse verticale mosso automaticamente dal moto della Terra che ruota, pochi ricordano che la verticale istante dopo istante NON è mai veramente parallela a se stessa in quanto la Terra ruota. (Vi ricordo che la trottola mantiene il suo piano di rotazione fisso rispetto ad assi cartesiani assoluti, non legati alla Terra)
Insomma sarebbe il moto della terra che crea un moto di precessione che amplificato opportunamente produce l'energia che viene generata. Come effetto collaterale si avrebbe il fatto che la Terra rallenta e dopo milioni di anni di sfruttamento il giorno durerebbe qualche minuto di meno. (sta già succedendo in parte a causa dell'attrito che la Luna produce sulla terra con maree)
Niente moto perpetuo quindi ma rallentiamo un po' la rotazione della Terra e ricaviamo energia in questo modo.
Fantascienza? Non proprio il principio in se è corretto, ma la quantità di energia dovrebbe essere molto minore, forse occorre considerare anche movimenti differenti della Terra, forse scopriamo che la gravità in realtà nasce da chissà quale rotazione rispetto ad assi assoluti dell'universo.

Nikola Tesla ha detto...

Segnalo un convegno ad Assisi sabato sui precursori dei terremoti:
http://www.claudiopace.it/precursori-sismici-prevedere-terremoti/
Sarà presente Stefano Gagliardi, uno dei due alpini che hanno ripreso le teorie di Bendandi sulle influenze dei pianeti e luna sui terremoti.
https://www.facebook.com/groups/EarthquakesForecast/

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo
"...Niente moto perpetuo quindi ma rallentiamo un po' la rotazione della Terra e ricaviamo energia in questo modo. ..."

Interessante la tua analisi. Sì, capisco cosa intendi. Come dicevo prima, mai dire mai. Però spero che almeno qualche dimostrazione venga fornita. Un generico "chi l'ha vista è rimasto strabiliato" non serve a molto. Se invece si cominciassero a fare nomi e cognomi, via via sempre più autorevoli (prima vanno avanti i più sacrificabili, poi, giusto per poi eventualmente coprire di ridicolo i primi, si muovono i pezzi più grossi), si avrebbe una qualche conferma utile.

@ Daniele
Hai ragione, le questioni LENR e EM Drive (o PNN), paiono comunque assai più seguite, ormai anche in ambito SEMI ufficiale. Non è ancora stata detta l'ultima parola, ma sono ormai in tanti ad averne parlato e alcuni positivamente e anche dopo aver effettuato verifiche.

camillo ha detto...

@Pagnini chiaramente se avessero qualcosa di industrializzato ci sarebbero varie possibilità di verifica. Per il momento un solo impianto... NON convince nessuno. Una cosa però mi aveva colpito, parlano di interrare l'impianto. Vedi questo è esattamente quello che occorrerebbe fare se sfrattassero la rotazione della Terra. Esemplificando. Immaginiamo una gigantesca trottola con velocità di rotazione adeguata, il suo asse di rotazione esattamente verticale. Se un uomo tira con forza la sommità del perno, la trottola risponderebbe con una forza laterale detta di precessione.
Più forza l'uomo fa più forza c'è di risposta. Ora se al posto dell'uomo immaginiamo la Terra che cerca di inclinare l'asse in quanto ruota (come detto precedentemente), possiamo dire che l'uomo è diventato un Ercole muscoloso al massimo. Teoricamente si potrebbe sfruttare la forza di precessione per creare energia di cui una parte serve per mantenere in rotazione la trottola e il surplus fa girare l'alternatore.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Se capisco bene, in tal modo estrarremmo parte dell'energia cinetica della rotazione terrestre. E fin qui direi che tutti possono essere d'accordo. Dove possono sorgere dubbi, probabilmente è sulla quantità di energia di cui potremmo disporre, se non ipotizzassimo anche contributi diversi. Un solo impianto non convince nessuno, anche se Mario (ormai detto 'il silenzioso' ;-D ) è o era un accanito sostenitore dell'utilità delle verifiche e non aveva torto, perché come prima scrematura è già importante, per capire se magari ci sono errori anche in buona fede. Poi servono le repliche, per escludere magheggi che la verifica può non aver rivelato.
Comunque vediamo che ne esce.
Intanto sulla pagina facebook di MFMP si continua a parlare della SUNCELL di BLP. Se son rose..... :-)

Carlo Ravedoni ha detto...

@tutti
Segnalo qui una video di Nassim Haramein. La conferenza è in francese. Non l'ho trovata in italiano. Mi dispiace.
Sono tre ore di conferenza.
Me la sono farcita una domenica pomeriggio. Ma è molto ma molto interessante.
https://youtu.be/6k7vZ6lMgwY

Posta un commento

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

Related Posts with Thumbnails