Siamo appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Siamo uno specchio capovolto della realtà, fuori c’è il patriarcato qui una "società gilanica", fuori c’è il petrolio qui siamo pro E-Cat: per previsioni sull’esterno invertite (quasi) sempre i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

BACHECA DEL BLOG

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

mercoledì 27 febbraio 2013

Il M5S saprà riformare anche le tasse?

286 : commenti
Il pagamento delle tasse è dovere civico di ogni cittadino, che con esse contribuisce alla res publica, ai servizi pubblici e - si spera - al meccanismo di redistribuzione sociale che dovrebbe tutelare i soggetti più deboli (bambini, donne in cinta, malati, disabili, anziani ecc.). Questo meccanismo virtuoso e connaturato a uno stato moderno ed equo si inceppa quando:
  • non tutti i cittadini sono uguali di fronte alle leggi fiscali;
  • il livello di imposizione non è realmente progressivo, ma penalizza in particolare il cosiddetto ceto medio (ormai in via di estinzione);
  • i servizi pubblici perdono in qualità, sono insufficienti o persino assenti, o all'opposto hanno tariffe tali da non poterli più definire pubblici (es. scuole dell'infanzia con rette proibitive).

Oggi siamo di fronte a un paradosso: chi compie il suo dovere di pagare le tasse, da cittadino virtuoso è trasformato dal sistema in un cittadino vessato.

Per capire a che punto siamo arrivati con le tasse, è molto istruttiva la "storiella" inoltratami da Mario Massa una decina di giorni fa, scaricatevela dal link che segue.
Ciao Daniele,
mio fratello (commercialista) mi ha inviato questa storiella che, comunque uno la pensi, mi pare interessante, se non fosse che c'è da mettersi a piangere.
Ciao
Mario

Ma sono convinto che una riforma delle tasse equa e giusta non potrà mai essere "ottriata" dall'alto, per volontà dei ceti più abbienti, può nascere solo dal basso: per questo non avrò MAI fiducia in una riforma delle tasse messa in piedi dall'armata PdL di Berlusconi (che ha nel DNA la concessione a pioggia di rimborsi, regalie ed "elemosine", dunque non riforme strutturali bensì meri provvedimenti a "spot").
Viceversa penso che il M5S, tra i tanti banchi di prova a cui dovrà sedere dimostrando di sapersi non snaturare ed essere una vera forza democratica propulsiva, riformista e rivoluzionaria, avrà anche quello di realizzare una VERA RIFORMA DEL SISTEMA FISCALE, ormai improcrastinabile pena l'implosione di tutto il sistema produttivo italiano a partire dalle imprese individuali, a conduzione familiare, MPI ecc.
Il PD di Bersani e Renzi non dovrà perdere questa occasione di collaborare col M5S, né quella di collaborare per ricostruire un sistema di welfare (non è un lusso, ma un diritto), per riavere un efficiente sistema educativo e di ricerca (non è un lusso, ma benzina per lo sviluppo), per abbandonare definitivamente la chimera delle "grandi opere inutili" quali TAV e Ponte sullo Stretto (abbiamo ben altre priorità), per "aprire" finalmente il mercato delle energia e sottrarlo ai grandi monopoli, per puntare i piedi con i nostri "vicini di casa" affinché l'Europa sia una Europa della gente e non delle banche. Ecc. ecc. ecc.

Ho grandi speranze nel M5S e soprattutto nella sua base, che ha saputo radicarsi nel territorio ancora meglio del PCI di Berlinguer. Ne vedremo delle belle.

22passi.blogspot.com: post n. 2048 (-174)

martedì 26 febbraio 2013

Bulgarians Connection
(Autore: MISTERO)

38 : commenti

Come sempre in Italia la stampa e i media in generale non diffondono informazioni "sensibili", in Bulgaria si è dimesso il governo e sono in piena rivoluzione.
La causa scatenante di una vera e propria insurrezione popolare che aleggiava fin dall'estate scorsa è dovuta ad uno sconsiderato aumento dei costi dell'energia.
Non è possibile che chi prende una pensione di circa 200 leva sia costretto a chiedere un prestito alla banca per pagare 150 leva di bolletta energetica.
Circa 15 giorni fa sono iniziate le manifestazioni che subito hanno prodotto scontri violenti con le forze di polizia in varie piazze del paese con conseguente dimissione del governo.
Oggi qui a Sofia, le forze di polizia si sono schierate con i manifestanti, gli slogan sono: "a casa tutti", "basta politici corrotti", "politici mafiosi", "energia a basso costo".
Questi slogan mi ricordano qualcosa...
Ovunque, in ogni principale città della Bulgaria, si stanno coalizzando movimenti per impedire che i soliti vecchi politici corrotti e ladri ritornino al governo.
In molti mi chiedono che cos'è il "Movimento 5 Stelle" in Italia e come è possibile che un comico abbia avuto tutto questo successo.
A tutti rispondo che il successo non è dovuto solamente al comico, ma è dovuto soprattutto alle persone che come qui in Bulgaria si sono stancate di appoggiare e votare politici che una volta al governo fanno i propri interessi e non gli interessi del popolo italiano.

domenica 24 febbraio 2013

Siamo a cavallo? Forse sì...

159 : commenti

In attesa di sapere chi, se e come prenderà le redini della XVII legislatura, se siete degli inguaribili curiosi potete continuare a leggere i sondaggi sulla competizione per il Santo Soglio Pontificio o sulle corse ippiche clandestine pubblicati rispettivamente da youtrend.it e notapolitica.it...
22passi.blogspot.com: post n. 2046 (-176)

sabato 23 febbraio 2013

Ultimi bilanci pre XVII Legislatura

37 : commenti
Lasciai un commento...

Stavolta concordo al 100% con AC/DC sul fatto che oggi saremmo comunque meno incasinati di come siamo se avessimo avuto 15 anni di centrosinistra, invece che di centrodestra berlusconesco padano! 

Rispose MISTERO...

Sono in disaccordo con entrambi, ultimi 20 anni di inciucci 1992-2011: 3254 giorni governo centro sinistra 46% | 3341 giorni governo centro desta 47% | Intermezzo DINI 7%


Non sono certo i conteggi dei giorni di governo a contribuire a un bilancio del buon o malgoverno fatto, ma si dia a Cesare quel che è suo. Innanzitutto escluderei di dover conteggiare la prima legislatura della Seconda Repubblica poiché ai suoi due governi (Amato I, Ciampi), ancora contigui all'epoca dei "pentapartiti", non partecipò l'ex PCI (poi PDS, DS, PD).


Dobbiamo piuttosto considerare i 6800 giorni di "bipolarismo imperfetto" che vanno dal 28 giugno 1992 (primo Governo Berlusconi) al 22 dicembre 2012 (Governo tecnico Monti):
  • 49,1% Governi di Centro-Destra | 252+1412+389+1288=3341 (Berlusconi, Berlusconi, Berlusconi, Berlusconi)
  • 37,8% Governi di Centro-Sinistra | 887+423+128+412+721=2571 (Prodi, D'Alema, D'Alema, Amato, Prodi)
  • 13,1% Governi tecnici | 85+402=887 (Dini, Monti)
Se vi interessa approfondire, trovate i computi dei giorni in appendice. N.B. nei passaggi mi sono perso un giorno (mi ritrovo con 6799 giorni invece che 6800) ma ciò incide ben poco sulle percentuali!

Veniamo a noi.



Chi ha letto il blog nelle ultime settimane avrà potuto seguire le miei elucubrazioni elettorali:


Le riepilogo riflettendo che comprendo e condivido le ragioni sia di chi vota PD o SEL, sia di chi vota M5S, sia di chi vota la lista Ingroia. Mentre ogni altro voto mi suona sbagliato, velleitario, sprecato, senza offesa o con assoluto rispetto per le tante persone che - evidentemente in base a visioni del mondo e valori differenti da quelli in cui mi riconosco - la penseranno in modo diverso.



Domani votate in base a ciò IN CUI CREDETE veramente. Non fatevi condizionare (nel bene o nel male) dai VOLTI dei capolista, cercate di sintonizzarvi con le IDEE che possono essere vincenti per cambiare l'Italia. 

Cercando di esorcizzare una XVII legislatura che già di per sé suona poco fausta, confido che nel campo minato della demagogia, tra i cavalli di frisia della casta e l'inerzia spinata dell'apparato burocratico, ci sia ancora un pertugio dove buona volontà e competenza possano ancora passare.


Buon voto. Votate in coscienza come sentite di dover fare, MA VOTATE!

***

APPENDICE - GOVERNI IN CARICA DALLA XI ALLA XVI LEGISLATURA (fonte Wikipedia)

XI Legislatura
  • 304 giorni dal 28/06/92 al 28/04/93 - Governo Amato I (DC, PSI, PSDI, PLI)
  • 377 giorni dal 28/04/93 al 10/05/94 - Governo Ciampi (DC, PSI, PSDI, PLI e indipendenti provenienti da PDS e Verdi)
XII Legislatura
  • 252 giorni dal 10/05/94 al 17/01/95 - Governo Berlusconi I (FI, AN, Lega Nord, CCD, UdC)
  • 485 giorni dal 17/01/95 al 17/05/96 - Governo tecnico Dini
XIII Legislatura
  • 887 giorni dal 17/05/96 al 21/10/98 - Governo Prodi I (PDS, PPI, RI, Verdi, Rifondazione Comunista)
  • 423 giorni dal 22/10/98 al 18/12/99 - Governo D'Alema 1 (DS, PPI, RI, SDI, Verdi, PDCI, UDR, indipendenti)
  • 128 giorni dal 18/12/99 al 25/04/00 - Governo D'Alema II (DS, PPI, Democratici, RI, Verdi, PDCI, UDEUR, indipendenti)
  • 412 giorni dal 25/04/00 al 11/06/01 - Governo Amato II DS, PPI, Democratici, RI,  SDI, Verdi, PDCI, UDEUR, indipendenti)
XIV Legislatura
  • 1412 dal 11/06/01 al 23/04/05 - Governo Berlusconi II (FI, AN, CCD-CDU + UdC, Lega Nord, indipendenti)
  • 389 dal 23/04/05 al 17/05/06 - Governo Berlusconi III (FI, AN, UdC, Lega Nord, PSI, PRI, indipendenti)
XV Legislatura
  • 721 giorni dal 17/05/06 al 07/05/08 - Governo Prodi II (L'Unione)
XVI Legislatura
  • 1288 giorni dal 08/05/08 al 16/11/11 - Governo Berlusconi IV (PdL, Lega Nord)
  • 402 giorni dal 16/11/11 al 22/12/12 - Governo tecnico Monti

22passi.blogspot.com: post n. 2045 (-177)

S-Piacevoli coincidenze
(Autore: Mistero)

13 : commenti
"Abbiamo bisogno di idee come questa" Start Cup 2009


Mentre sicuramente gli storici analizzeranno un domani il fenomeno M5S, è mai possibile che non ci sia oggi un giornalista, degno di questo nome, almeno tra quelli che ho avuto opportunità di leggere o ascoltare, che in maniera asettica non  senta la curiosità, di fronte all’affermazione di Grillo” ho un sogno”, di capire cosa possa voler dire questo grido/contenitore per andarvi pazientemente ad incastrare, come tessere di un mosaico, almeno gli enunciati del programma M5S? Forse, se questo ipotetico giornalista operasse in questo modo, si renderebbe conto della vera e unica contraddizione, solo apparente, del Movimento che, mentre dice no alle vetuste ideologie e la conseguente schematica suddivisione fra destra e sinistra, di fatto ne sta proponendo una nuova: il neoumanesimo, con l’uomo, in quanto persona, unico epicentro dell’azione politica e sociale. Dicevo contraddizione apparente, poiché questo nuovo indirizzo, diversamente dai passati trascorsi non è contro una parte o l’altra, ma è solo per, appunto ogni singolo individuo identificabile nel “nessuno deve essere lasciato indietro”.
È quindi con questa premessa di salvaguardia del benessere del cittadino, di ogni cittadino, che vanno letti e inquadrati tutti gli articolati del programma, dalla salute alla preservazione del territorio, dal lavoro alla scuola, dalla mobilità all’informazione, dall’economia all’impresa. Un programma per ristabilire la democrazia sostituita dalla burocrazia e dalla partitocrazia. Un programma con una visione di ampio respiro che dovrà inevitabilmente ridisegnare lo stato e le sue funzioni, snaturati da decenni di cannibalismo dissennato.
Sono troppi anni che aspetto e mi adopero per una rivoluzione, culturale, non violenta. Questa è la volta buona, ma dobbiamo stare attenti che faranno di tutto per sopravvivere, ché se vinciamo in Italia sarà un dilagare prima in Europa e poi in tutto il mondo.

PENNAdOCA                                                                                                                                             20.02.2013

LINK ORIGINALE SU:  http://lapennadoca.wordpress.com/

***

In passato ho votato PSI, poi Berlusconi, poi i Verdi e poi ho rinunciato, cambiano i colori e le facce ma LE AZIONI sono sempre le medesime.

Una storia di fantasia
Ricordo un imprenditore, ingegnere e inventore con una azienda solida e una attività praticamente senza concorrenza.
Ricordo il suo sogno; far conoscere al mondo la sua più importante invenzione, sviluppare impresa, utilizzare e far utilizzare una soluzione per il problema dei rifiuti.

A: Caro Gino, hai mai provato con la biomassa? Lascia perdere i rifiuti, Rossi docet, lascia perdere.

G: Ok Antonio ti faccio vedere che funziona anche con la biomassa.

A: Ti presento dei tecnici consulenti del Ministro dell'Ambiente, dovrai fare molte dimostrazioni, ci  saranno molti test ed analisi, ti senti pronto?

G: Sono anni che sono pronto e non vedo l'ora.

A: Fai attenzione però, serve l'accreditamento, non t'infilare nel girone dei finanziamenti pubblici, questa tecnologia non ne ha bisogno.

G: Ma come li trovo i finanziamenti?

A: Non ti preoccupare, ti presento molti privati che attendono solo la certificazione e l'accreditamento

G: Secondo te in quanto tempo riusciamo a farci finanziare il primo impianto?

A: Pochi mesi Gino, basta che mi ascolti: non farti prendere dall'entusiasmo e soprattutto non farti coinvolgere dalla politica, la politica è al nostro servizio, non il contrario.

G: Sono impaziente, ad oggi ho conosciuto solo imprenditori che hanno cercato di fregarmi l'invenzione e politici in cerca di mazzette.

A: I tecnici che ti presenterò fino ad oggi si sono comportati in modo corretto, li ho portati con me in Russia e li ho accreditati alla "Casa Russa" per quelle tecnologie che ti ho fatto vedere, ma sono anche loro circondati da politici, basta non farsi coinvolgere e tutto andrà bene.
Ho un'idea, utilizzeremo come biomassa i ritagli di meli biologici coltivati da un caro amico a Nave San Rocco (TN).

Era il 2007.

Nel 2011 dopo la prima e unica dimostrazione a cui ho partecipato ricevo una telefonata da Gino:

G: Sono nei guai, quei tuoi amici mi hanno fregato, non ho più nulla, la mia azienda è fallita e si sono presi i brevetti.
Mi avevano convinto a fondare una newco, nella quale io mettevo i brevetti e loro i soldi, inizialmente erano questi gli accordi e poi in seguito mi hanno convinto ad accedere a finanziamenti pubblici perché sarebbe stato stupido non prenderli visto che erano disponibili.

A: Scusa Gino, ma che cosa posso fare; sei sparito, hai voluto fare di testa tua, hai accettato delle situazioni che non dovevi accettare; ti avevo avvisato, non accettare finanziamenti pubblici.
Comunque non sei l'unico, in un certo senso hanno fregato anche me, ti ricordi quelle tecnologie russe di cui ti avevo parlato?

G: Si certo che mi ricordo, alcune le volevo utilizzare per raffinare il gasolio prodotto dai rifiuti perché poteva contenere, a seconda del materiale/rifiuto in ingresso, cloro, zolfo e altre porcherie.
Tu eri contrario e volevi utilizzare solo la biomassa, per questo mi spiace ammetterlo, ho preferito escluderti da ogni situazione, gli stessi imprenditori amici dei tecnici che mi avevi fatto conoscere non ti volevano tra i piedi.

A: Solo per questo?
Beh lasciamo perdere, tanto anche con me gli imprenditori amici dei tecnici si sono comportati molto male, me ne hanno combinate di tutti i colori, pensa che mi hanno messo contro gli amici con i quali organizzavo ogni anno una manifestazione per gli inventori, il tutto organizzato senza scopo di lucro, come senza scopo di lucro era la presentazione e la divulgazione in Italia delle tecnologie russe tramite la "Casa Russa".
Le loro intenzioni sono ed erano accedere a finanziamenti pubblici utilizzando "canali privilegiati", non ho mai voluto conoscere queste cose e neppure discuterle, per questo da subito mi hanno estromesso, non prima però di aver avuto accesso diretto ad invenzioni ed inventori che conoscevo, mi hanno saltato sfruttando i tecnici che avevo accreditato in Russia.
Anche un direttore della "Casa Russa" mi ha cercato per dirmi le stesse cose che mi hai appena raccontato tu, pensa anche loro vogliono un aiuto, sono rimasti fregati; si è giustificato con "questioni politiche".
D'altra parte, Verdi, sinistra, comunisti, vecchie nostalgie, il passo tra di loro è stato breve.
Sono tutti uguali Gino che vuoi farci, mi dovevi ascoltare e impedire che ci separassero, se mi tenevi vicino avrei fatto di tutto per impedire quanto è accaduto, ora non posso fare più nulla.

G: Ma io posso fare dei nuovi brevetti con modifiche migliorative e farli accettare, ho bisogno di ripartire, mi hanno rovinato.

A: Mi spiace Gino, non ne voglio più sapere, non mi posso più fidare di te e poi mi sto occupando di altro, scusa ma ti devo salutare, buona fortuna.

Un filmato di fantasia creato nel 2007




P.S.
Per i free-lance che non guardano in faccia nessuno, KEYS:
Basta seguire i puntini e collegarli con una linea..."Aime comme si tu devais haϊr un jour"

venerdì 22 febbraio 2013

Oxidation behaviour of costantan films

27 : commenti
Oggi Francesco Celani ha girato alla sua mailing list un articolo di una ventina d'anni fa, di origine tedesca e pubblicato su una rivista prestigiosa, di cui è venuto a conoscenza solo da poco tempo.

"In tale articolo - spiega il tenace ricercatore di Frascati - viene mostrato, ma praticamente NON discusso, il fatto che la resistività della costantana DIMINUISCE dopo il ciclo ad alta temperatura con Idrogeno. Inoltre, tale valore rimane costantemente più basso a temperatura ambiente, come da noi trovato."

Celani ha ricordato di essere stato "massacrato" (e immaginiamo a chi allude!!!) quando ai Congressi tenutisi a Pontignano (Italia, Aprile 2012), Austin (USA, Agosto 2012), Daejeon (Corea, Agosto 2012), Napoli (Italia, settembre 2012) ecc. osò affermare di avere osservato tale fenomeno e con ben maggiori evidenze sperimentali.

Al contempo Celani ha voluto pubblicamente ringraziare tutta la dirigenza della National Instruments per il coraggio avuto nel permettergli di mostrare tali dati, con grossa esposizione di immagine, in occasione del National Instruments Week di Austin (4-9 Agosto 2012): "È purtroppo divenuto molto raro che esistano delle persone e/o Istituzioni-Industrie che OSINO OSARE. Per fortuna alcune di queste (anche se poche) esistono (o meglio dire sopravvivono), tuttora, anche in Italia. Esse appartengono sia alle PMI che a "rivoli" della Grande Industria. Sono ivi compresi anche alcuni (pochissimi!) rappresentanti del Popolo al Parlamento Italiano, a cui va ovviamente il mio sincero ringraziamento e considerazione."

Celani conclude dicendo che lo stesso coraggio, purtroppo, è assente in "alcune Istituzioni, cioè Università e Ricerca pubblica (o meglio dire i loro "decisori") che, sulla carta, dovrebbero fare, o almeno promuovere, la cosiddetta "Ricerca Avanzata" (o di "Frontiera" che dir si voglia), possibilmente utile al Popolo d'Italia (che paga, elevatissime, tasse....) ed, in prospettiva, anche all'astronave Terra."

Non si può che essere d'accordo con lui.

Agli addetti ai lavori è dedicata la lettura dell'articolo "scoperto" da Celani, che potete scaricare dal seguente link:

W. Bruckner, S. Baunack, G. Reiss, G. Leitner, Th. Knuth

22passi.blogspot.com: post n. 2043 (-179)

giovedì 21 febbraio 2013

Vietato contestare il Duce

82 : commenti
Vale la pena di vedere questo breve filmato, a monito adamantino per il voto ormai vicino.


Tutta la mia solidarietà alla persona che ha manifestato – in modo assolutamente civile – contro il più grande sparaballe d'Italia di tutti i tempi. 

Sinceramente, a preoccuparmi per il futuro di questa nostra povera Italia, ancor più della crisi economica, è proprio quel particolare tipo di cittadino (politicamente trasversale) così nitidamente rappresentato dall'ingioiellata pidiellina da TSO che monopolizza l'ultima parte del video. Non c'è da illudersi che si tratti di casi isolati. Ma proprio la loro arrogante mancanza di rispetto per le regole della democrazia e il dialogo sono il miglior spot elettorale per i "comunisti" che tanto odiano, insomma non tutti i mali nuocciono!

Come scrissi la settimana scorsa, il mio voto sta maturando giorno per giorno. Stupendo me stesso, sono sempre più deciso a "tradire" il PD e concedere fiducia al M5S (giammai all'urlatore genovese, ma alle persone volenterose e costruttive presenti nel Movimento) nella ragionevole speranza che i suoi neoeletti avranno abbastanza buon senso da appoggiare le proposte del centro-sinistra, ogni qual volta saranno realmente dirette al bene comune. Viceversa sarà assai improbabile che i cinquestellati possano appoggiare un centro-destra smarrito nei vicoli ciechi della storia, condannato a farsi guidare dal solito Berlusconi e annessi supporter scalmanati al seguito. 

E speriamo in bene!

22passi.blogspot.com: post n. 2042 (-180)

mercoledì 20 febbraio 2013

Una NASA Shakespeariana

48 : commenti
Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, 
di quante ne sogni la tua filosofia.


Ma se le LENR non esistono - così come in Italia tanti buoni samaritani della scienza si prodigano a spiegarci - perché dentro la NASA alcuni ricercatori insistono a parlarne come fosse una faccenda dannatamente seria e promettente?

http://climate.nasa.gov/news/864?goback=.gmp_4132340.gde_4132340_member_214671553

http://futureinnovation.larc.nasa.gov/view/articles/futurism/bushnell/low-energy-nuclear-reactions.html

Possibile che negli USA non ci siano buoni samaritani capaci di riportare Dennis Bushnell e Joseph Zawodny sulla retta via?

22passi.blogspot.com: post n. 2041 (-181)

martedì 19 febbraio 2013

Conclavi e cavalli di razza
(Autore: MISTERO)

13 : commenti

Voci dal Conclave: nuovi dati sulla Camera papale

Dopo avervi dato conto delle indiscrezioni relative a diverse votazioni regionali, siamo finalmente in grado di aggiornarvi anche sulla situazione dell’attesissimo Conclave nazionale, che si riunirà presto nell’immortale cornice della Cappella sistina per eleggere il nuovo leader della Chiesa (e, insieme, i rappresentanti alla Camera papale).

I numeri di un vaticanista spesso ospite in tv, il napoletano Tonio Arcinoto, raccontano di una corsa leggermente più ravvicinata di quella fotografata un paio di settimane fa.
In testa sarebbe sempre il bonario cardinale di Piacenza, forte del sostegno di 34-35 cardinali, anche se il più temibile tra i suoi avversari, l’indomito prelato pelato di Monza e Brianza, sarebbe in crescita e avrebbe raggiunto la soglia psicologica dei 30 voti in Conclave.
Nel dettaglio, i conteggi dell’Istituto Pastorale Reliquie attribuiscono 29-30 preferenze direttamente al leader progressista piacentino, 4 al suo principale alleato (l’anticonformista arcivescovo di Bari) e 1 agli altri porporati confederati. Totale, appunto, 34-35.
Il capo indiscusso del fronte conservatore, invece, otterrebbe direttamente il sostegno di 21 grandi elettori, 5 andrebbero al suo maggiore alleato (l’arcivescovo di Varese che indossa sempre uno zuccotto verde), 1,8 alla Congregazione dei fratelli, 1,2 ai vescovi meridionalisti e appena 1 ai prelati più a destra.
Fuori dai due poli principali va molto forte lo spassoso camerlengo di Genova, che raccoglie il consenso di ben 17 cardinali, staccando le truppe dello schieramento che fa capo al sobrio e rigoroso cardinale milanese già nunzio apostolico a Bruxelles, fermo a 10-11 cardinali (di questi, 8 sostengono direttamente lui e 2 preferiscono il brizzolato e devotissimo arcivescovo di Bologna). Proprio intorno ai 4 porporati, la quota minima per entrare alla Camera papale, starebbe il candidato siciliano, vale a dire l’inquisitore del Sant’Uffizio di Palermo, mentre l’appariscente ecclesiarca torinese sarebbe sempre sotto le 2 preferenze.




Corsa appassionante, quella che si è svolta qualche giorno fa sulla pista del celebre Ippodromo di San Nicola di fronte alle telecamere della tivù nazionale. Ad imporsi nella Manche de la Chambre, come da pronostico, la scuderia Bien Comun, che ha corso il miglio in 36" netti, trascinata dall'ottima performance del suo purosangue, Fan Idole, che ha chiuso il giro di pista in 32". Al suo fianco, un po' deludenti Gebrazac (3.5") e Central Democraticque (0.5").

Se Bien Comun trotta veloce, però, alle sue spalle sembra rinvenire con forza la scuderia Maison Liberté, che arriva sul traguardo con un discreto 32.5", a soli tre secondi e mezzo dalla scuderia verde. A consolidare la performance degli azzurri ci pensa soprattutto Varenne, che sembra corrrere con la forma dei suoi giorni migliori (più o meno) e chiude in 24 secondi netti. Buona anche la prova del nordico Groom de Bootz, che chiude in 5.5". Più appannati gli altri cavalli che corrono sul lato destro della pista, con Hirosaka e Freres Tricolor che non vanno oltre l'1". Un altro secondo è racimonato dai cavalli minori della scuderia.

Se i fantini Burlesque e Pier le Smacchiateur danno spettacolo nelle prime posizioni, dietro di loro continua ad arrancare Ipson de la Boccon, che non riesce ad andare oltre ad un mediocre 8.5", quasi tutto ottenuto cannibalizzando i tempi di Ipson de Mormal (2.5") e Ipson de Tullien (0.5"). In totale la scuderia centrista resta al palo con 11.5%, umiliata dal cinque volte stellato Igor Brick, che chiude in 14" netti e si conferma come terza forza del circuito, con grande scorno di Mario de le Montaigne, più quotato sulle piste internazionali che in patria.

Galopin du Zacapa, con un tempo appena sufficiente per ottenere la qualificazione (4"), chiude la classifica della Manche de la Chambre. Mentre restano abbondantemente al di sotto dell'ostacolo di sbarramento Petit Jean e il suo Non aux Declin, sul quale adesso pesa anche l'ombra di un caso di doping.
-----
Nei giorni scorsi, sempre all'Ippodromo di San Nicola e sempre di fronte alle telecamere della tivù nazionale, si è corsa anche una Manche de le Senat piuttosto interessante. Senza entrare troppo nel dettaglio, ci limitiamo a riportare i tempi totali delle scuderie: Bien Comun chiude in 37", con quattro secondi di vantaggio su Maison Liberté (33"). Terza piazza per il cinque volte stellato Igor Brick (14"), che sopravanza piuttosto nettamente Ipson de la Boccon (10,5"). Lontano Galopin du Zacapa (3,5").



Silvio Caggia ha detto...
@mistero
Ops... Solo adesso mi rendo conto (excusa segnor, me stupido! Me stupido!) che non è tutta farina del tuo sacco, ma hai riportato le indiscrezioni sui sondaggi che stanno rimbalzando sulla rete cosi' camuffate perché ne è vietata la diffusione in questi ultimi giorni di campagna elettorale...
Che dire, penso che mai come in queste elezioni i sondaggi non vadano guardati e faranno un sonoro splash perché è ora che l'elettore voti il partito che rispecchia le scelte che farebbe lui stesso, magari aiutandosi proprio con strumenti come quelli segnalati da Daniele o leggendosi proprio i programmi come suggerivo io.
Mai come questa volta non c'è niente di più stupido che cercare di ragionare in base a quello che pensiamo faranno gli altri.
Del resto, tu decidi di tagliarti i capelli quando senti che li hai lunghi o quando la vicina di casa va dal parrucchiere?!? :-)
P.s. Per chi ha deciso che andrà a votare tappandosi il naso per lamentarsi subito dopo del partito che ha votato: provi stavolta a dare anche una annusatina a se stesso ed a lamentarsi del gesto che sta per compiere. :-)
P.s.2: wikipedia italia dice che non c'è bisogno di bagnare di saliva la punta delle matite copiative del seggio per renderle indelebili... Wikipedia in siciliano (cercate matita cUpiativa) invece dice l'esatto contrario... Solo che dovete conoscere il siciliano per leggerla... io da buon siciliano la bagnerò :-)

Allah Akbar, altri segni dal cielo?
(Autore: MISTERO)

3 : commenti

Arabia Saudita  18-02-2013

Florida 17-02-2013

California 15-02-2013

Cuba 15-02-2013

Giappone 15-02-2013

Bolide avvistato pochi minuti fa dai cieli del sud Italia: le prime segnalazioni 19-02-2013 ore 20:08

lunedì 18 febbraio 2013

Caldaietta russa, test di Mario massa
(Autore: MISTERO)

18 : commenti


RIASSUNTO
Il 19-01-2013 è stata effettuata una misura calorimetrica su una caldaia elettrica russa della potenza nominale di 7kW con lo scopo di individuare un possibile eccesso di calore rispetto alla potenza elettrica immessa.
Il test calorimetrico del tipo a flusso in condizioni stazionarie è stato eseguito a due livelli di potenza, pari a circa 3.5kW e 7kW cioè a metà potenza e a piena potenza. L’elettrolita utilizzato è stato acqua della rete idrica nel primo caso (conducibilità 675 mS/cm a 30°C)e la stessa acqua con aggiunta di bicarbonato di sodio (0.7 g/l e conducibilità 975 ms/cm a 30°C) come consigliato dal manuale di istruzioni.
Il test è stato preceduto da una verifica con una resistenza elettrica da 1 kW posta nella tubazione appena dopo la caldaia. Tutti gli strumenti sono stati verificati prima della prova e nessun aggiustaggio/taratura/compensazione è stata apportata alla misura calorimetrica. Tutte le misure sono state effettuate con doppia strumentazione e lasciando accessibili tutti i punti necessari per verifiche sia elettriche che termiche da parte di terzi.
E’ stata eseguita anche una misura calorimetrica aggiuntiva sull’aria dello scambiatore di raffreddamento. Tale verifica ha lo scopo di verificare che non siano presenti errori grossolani.
Il 10-02 è stato eseguito un secondo test sempre a 7kW, ma con temperatura di uscita pari a 85°C.
In tutti i casi il risultato è stato che la potenza termica uscente coincideva con la potenza elettrica entrante a meno di un errore che si è rivelato inferiore al 2% (COP misurato = 0.98 contro 1 teorico) che è inferiore al massimo errore stimato in fase di progettazione della misura (3%). Mettendo in conto l’energia chimica dei gas prodotti il COP misurato è compreso tra 0.99 e 1.
In base alle misure effettuate si può affermare con assoluta certezza (coefficiente di sicurezza 5 sull’errore) che il dispositivo esaminato presenta COP < 1.1 e quasi certamente presenta COP = 1 come previsto dalla fisica nota.

domenica 17 febbraio 2013

Il Caos è il momento che precede la Creazione

6 : commenti
 ...cosa succederà negli anni futuri?
Dopo l'era industriale da noi ci sono stati i grandi processi.
Quali processi?
Chi fabbricava prodotti nocivi per la salute degli umani, degli animali e delle piante, è stato accusato di genocidio e crimini contro il pianeta.
Ah sì? E chi?
Le industrie agroalimentari e chimiche, i fabbricanti di armi, tabacco e alcool, le industrie farmaceutiche e nucleari, i costruttori di automobili, gli architetti, medici, e politici che si erano arricchiti lasciando fare. 
Migliaia eh!?
È stata la guerra civile e poi il boicottaggio...
Boicottaggio?
Tutto quello che era stato nocivo per la salute non si comprava più o si buttava. Fu l’arma vincente: senza vendite niente potere, l’esercito e la polizia erano impotenti… quell’epoca fu chiamata il “caos pre-Rinascimento”.
Da "Il Pianeta verde" (1996) di Coline Serreau

A chi non sapesse di cosa sto parlando, consiglio naturalmente di dedicare un'ora e mezza della propria vita a questo ispirato quanto divertente film di 17 anni fa, probabilmente ancora più attuale oggi di quando fu girato.

Un film saggio? Molti diranno di sì. Un film ingenuo? Molti diranno di sì. Un film senz'altro adatto a riflettere sulla follia quotidiana che ci circonda e di cui facciamo parte, quella follia che per educazione, socializzazione e assuefazione non percepiamo quasi più.


22passi.blogspot.com: post n. 2037 (-185)

venerdì 15 febbraio 2013

Pioggia di meteoriti, un altro segno dei tempi?
(Autore: MISTERO)

110 : commenti
Carta degli illuminati
Nel capitolo 21 del Vangelo di Luca leggiamo: "Di tutto quello che voi ammirate, verranno giorni in cui non resterà pietra su pietra che non sia abbattuta. Gli domandarono: Maestro, quando dunque accadranno queste cose o quale sarà il segno che queste cose stanno per accadere? "

e la risposta: "vi saranno grandi terremoti, e in diversi luoghi carestie ed epidemia; vi saranno fenomeni terrificanti e grandi segni dal cielo (...) Allora vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle (...) gli uomini verranno meno per la paura nell'attesa di ciò che sta per rovesciarsi sul
mondo; perché le potenze dei cieli saranno squassate".

Da circa una settimana impazzava nella rete la notizia che l'asteroide DA14 avrebbe sfiorato la Terra.
Le fonti più accreditate come la NASA scrivevano:
Colomba della pace lanciata dal papa e attaccata da un gabbiano

  • A causa delle incertezze sulle osservazioni, la distanza effettiva cui passerà l'asteroide potrebbe essere diversa da quella nominale, ma comunque rientrare tra un massimo di 0,000354 ua (52 957,692 km) e un minimo di 0,000181 ua (27 077,238 km).[3][4][5]
  • La probabilità cumulativa d'impatto con la Terra nel periodo tra il 2026 e il 2069 è dello 0,00033%.[2]
  • Ha un valore di −3.19 sulla Scala Palermo per il periodo tra il 2026 e il 2069.[6]
  • È classificato con un valore 0 (nessun rischio) sulla Scala Torino.[2]
  • Si stima che, se dovesse colpire la Terra, l'impatto produrrebbe un'energia equivalente a 2,4 megatoni.[2] Per confronto, la bomba atomica di Hiroshima ha liberato un'energia di 16 chilotoni (cioè 150 volte inferiore), mentre si stima che l'Evento di Tunguska abbia liberato tra i 3 e i 5 megatoni di energia.[7]
In molti siti italiani la notizia di questo passaggio ravvicinato era stata anticipata, riporto un esempio dal sito inmeteo.net:

Asteroide 15 Febbraio 2013 DA14 - Importante evento astronomico in vista per la Terra. Ecco l'Asteroide DA14 che sfiorerà il pianeta.

Asteroide 15 Febbraio 2013 DA14/ Manca ormai poco ad uno degli eventi astronomici più importanti dell'anno, ovvero l'incontro ravvicinato con l'asteroide DA14, per esattezza denominato Asteroide 2012 Da14. Il corpo celeste transiterà a circa 28 mila km dalla superficie terrestre (distanza irrisoria dato che parliamo di misure galattiche), fra il 14 ed il 15 Febbraio 2013. La distanza che separerà l'asteroide alla Terra è pari a circa un decimo della distanza che ci separa dalla Luna e questo fa comprendere quanto "vicino" sarà il corpo celeste, sebbene stiamo parlando di una distanza di assoluta sicurezza. Don Yeomans, astrofisico della Nasa, afferma: “Non abbiamo mai osservato un oggetto passarci così vicino, almeno da quando è stata istituita la rete di sorveglianza globale per monitorare gli asteroidi potenzialmente pericolosi, circa vent'anni fa."
Gli esperti rassicurano : “Non c'è alcun pericolo di impatto, la traiettoria di 2012 DA 14 è ben conosciuta da tempo.” Secondo Yeomans, un passaggio ravvicinato di corpi di questo tipo avviene in media ogni 40 anni, ma la possibilità che si schiantino con la Terra è di una ogni 1.200. In caso di impatto, l'energia liberata sarebbe superiore a 100 bombe atomiche come quella che ha devastato Hiroshima e potrebbe formare un cratere con diametro di oltre 1 km, in caso di impatto sulla terraferma. Se precipitasse in oceano assisteremmo alla formazione di un mega-tsunami alto decine e forse centinaia di metri, con conseguenze ovviamente devastanti. Fortunatamente gli esperti annunciano, come detto poc'anzi, che non vi è alcun pericolo di impatto.Al momento della minima distanza dalla Terra, alle 20,25 ora italiana del 15 febbraio, l'asteroide sarà posizionato a 28.000 chilometri dal nostro pianeta e sfreccerà a una velocità di 7,8 chilometri al secondo. In Italia lo vedremo sorgere ad est nella costellazione della Vergine nel momento di massimo avvicinamento per poi alzarsi verso la costellazione del Leone e proseguire fino all’Orsa Maggiore. Sarà visibile anche con un piccolo telescopio. Seguiranno news e vi daremo la possibilità di osservare in diretta live- streaming il grande evento astronomico.
Sfortunatamente "gli esperti" ci avevano rassicurato che non ci sarebbe stato nessun pericolo d'impatto, mentre decine di non esperti forse centinaia, sostenevano il contrario affidandosi ai sogni premonitori e alle visioni.
Fortunatamente l'asteroide o un compagno dell'asteroide DA14, si è in parte sbriciolato prima dell'impatto, anche se la ricaduta dei frammenti ha coinvolto 6 città russe provocando oltre 500 feriti alcuni dei quali sono in gravi condizioni.

mercoledì 13 febbraio 2013

Again

Appigliata
con tutte le forze
al filo che la lega fino al Cielo,
come una virgola
tra tante gocce di pioggia.
Eppure ti vedo.

martedì 12 febbraio 2013

Voi siete qui... elettoralmente parlando!

22 : commenti
Se volete misurare l'assonanza delle vostre opinioni col voto che intendete esprimere alle prossime elezioni, divertitevi a fare il test proposto dal sito politiche2013.voisietequi.it , appositamente creato dall'Associazione Openpolis


Il risultato che ho ottenuto è abbastanza conforme alle ipotesi di voto che avevo formulato sabato scorso.

Perciò provate a usare il sito di Openpolis anche se non sapete proprio a chi darlo il voto e fatemi sapere come vi collocate e se vi riconoscete...

lunedì 11 febbraio 2013

La guerra dell'Europa

42 : commenti
Mercoledì 20 Febbraio 2013, ore 17.30
Piazza Trento Trieste, Palazzo San Crispino
(in bus: 2-4c-7-8-11-21 fermata C.so Martiri della libertà; 1-4c-5-6-9-21 fermata C.so Giovecca)


Monia Benini presenta 
Introduce e legge brani tratti dal libro Mattia Babini 
"C'è una nuova guerra in Europa. Una guerra che si combatte senza fucili, senza cannoni, senza bombe, ma con le sofisticate armi di distruzione di massa della grande finanza internazionale. Una guerra che viene da lontano e che dilaga e contagia anche i paesi europei, grazie a truppe di occupazione con il colletto bianco, che sparano i loro colpi cliccando sulle tastiere e trasferendo in un attimo cifre virtuali da capogiro. Ma nella crisi che sta violentando la Grecia non c'è nulla di virtuale. È una sofferenza reale, cruda, drammatica, in ogni aspetto della vita quotidiana. Una situazione mai vissuta dal popolo ellenico, neppure sotto l'occupazione straniera. Il libro documenta dunque una nuova forma di guerra che ha protagonisti, strategie, tattiche e vittime ben definite. Dai colpi delle agenzie di rating allo schieramento della troika, dai provvedimenti del Fondo Monetario Internazionale alle misure della Banca Centrale e della Commissione Europea. Per chi vuole sapere cosa è successo realmente in Grecia e non si accontenta delle "veline" ufficiali."


***

Visto che in questi giorni, tra i commenti di questo blog, si discute animatamente delle prospettive dell'Europa Unita, ho volentieri colto l'occasione per invitare chi abita a Ferrara e dintorni alla presentazione di un libro che casca a fagiolo. 

Qualcuno ricorderà che 22 passi e Monia Benini hanno proficuamente collaborato in occasione della tornata referendaria del 2011:

La cold fusion funziona?
Roba da fine del mondo!

8 : commenti
Il dilemma di Benedetto XVI

11 febbraio 2013: ci mancavano solo le dimissioni di Benedetto XVI e il toto Papa nero prossimo venturo!!!

Come vi ha appena ricordato MISTERO nel post precedente, il prossimo papa sarà il n. 112 della profazia di Malachia... 1 1 2... certo che se quel primo 1 1 lo leggessimo come 1+1 (o II in numeri romani) riecco immancabilmente spuntare proprio il nostro "odiato/amato"...
22 !

E lo sapete quando e dove finisce lo Tsunami Tour di Grillo? 
Il 22 febbraio... a Roma... roba da fine del mondo!!! 
:-D

Liberissime associazioni a parte, segnalo a tutti qualcosa di molto più prosaico e rassicurante, un breve servizio mandato in onda da una televisione statunitense su una replica dell'esperimento di Celani col filo di costantana sotto l'egida del MFMP, lo riporta E-Cat World:

Come disse Einstein, meglio un ottimista che sbaglia che un pessimista che ha ragione, figuriamoci allora se gli ottimisti avessero pure ragione...! :-)
Related Posts with Thumbnails